Valtiberina: il Cerfone è in sicurezza

17 febbraio 2017

Intervento da 180mila euro per un tratto di quasi 3 chilometri per la ripulitura dell’alveo, il ripristino degli argini e la rimozione di materiali

Il fiume Cerfone da oggi fa un po’ meno paura. Sono stati presentati i lavori di ripulitura e messa in sicurezza di un tratto di alveo di quasi 3 chilometri del corso d’acqua e che hanno interessato i Comuni di Arezzo, Anghiari e appunto, Monterchi. «Arrivano a conclusione lavori – ha commentato il presidente del Consorzio Paolo Tamburini - decisamente importanti e questo ci rende soddisfatti. Si tratta di un intervento da 180mila euro, 70mila dei quali messi dal Consorzio, il resto dalla Regione, iniziato a ottobre per rendere il Cerfone meno pericoloso per il centro di Monterchi e la aree limitrofe». Soddisfazione del presidente Tamburini anche per la collaborazione con i Comuni. «Abbiamo operato in stretta collaborazione con l’Unione dei Comuni della Valtiberina per la determinazione del progetto e delle opere da eseguire a seconda della esigenze del territorio. Noi ci muoviamo sempre in questa direzione di sinergia e per andare proprio in questa direzione abbiamo chiesto alla Regione 2 milioni di euro per eseguire progetti che arrivano dal territorio». Anche il sindaco di Monterchi, Alfredo Romanelli, ha sottolineato l’importanza del lavoro del Consorzio. «È stato realizzato un importante lavoro di manutenzione dell’alveo del Cerfone, che in passato aveva presentato qualche criticità. Un intervento particolarmente significativo è stata la rimozione dei materiali che avevano ridotto la portata del fiume, operazione questa che ha ridotto il rischio idraulico e tolto il degrado lungo gli argini proprio al centro del paese. Il Consorzio ha fatto davvero un bel lavoro in maniera competente».

L’intervento. I lavori da 180mila euro sono stati diretti dal Geom. Mauro Graziotti dell’Unione montana dei Comuni della Valtiberina toscana sviluppando sinergie operative tra questo Ente e il Consorzio che ne hanno permesso la realizzazione. Oggetto dell’intervento è un tratto di fiume lungo circa 3 chilometri. È stata eseguita la ripulitura della vegetazione dagli argini e dall’alveo oltre alla sistemazione del fosso Marino, per 130 metri nel tratto di imbocco, e del fosso Centena. Allo stesso tempo sono state realizzate quattro scogliere necessarie per il ripristino di erosioni lungo gli argini. Sempre durante i lavori sono stati ripristinati due argini trasversali a Bagnaia che hanno consentito il recupero di due vecchie casse di espansione.

I lavori attuali seguono quelli del 2015 di ripulitura del Cerfone a valle dell’intervento in fase di conclusione, arrivati fino al confine con l’Umbria. Un intervento è previsto anche fino a Pocaia.

I lavori

Valdarno Casentino Valtiberina e Marecchia Foglia Arezzo Valdichiana

CIVISCHIANA

Previsioni Meteo

ANBI

ANBI Toscana

Italia sicura

Consorzio 2 Alto Valdarno via E. Rossi 2/L - Arezzo (AR) 52100 - CF. 02177170517 - Telefono: +39 0575 190 02 - Fax: +39 190 02 99
Email: consorzio2altovaldarno@cbaltovaldarno.it - Web: http://www.cbaltovaldarno.it

Powered by Arezzo Telematica spa