ADDIO 2019!

30 dicembre 2019

Il Consorzio 2 Alto Valdarno dalla A alla Z. In un singolare glossario, il riepilogo dell’attività svolta dall’ente nell’anno che sta per terminare

AVVISO. E’ la forma bonaria con cui il Consorzio riscuote il contributo di bonifica dovuto per legge. Le richieste relative all'annualità 2019 saranno recapitate nei primi mesi del 2020. Pagare entro i termini è importante perché consente    al cittadino di risparmiare i diritti  (attualmente  5,88 euro)  dovuti all’agente di riscossione per l’emissione del ruolo tramite cartella di pagamento.  

BONIFICA. E’ ai sensi della LR 79 / 2012 il complesso delle attività svolte dal Consorzio sul reticolo idrografico ad esso affidato dalla Regione Toscana. Il CB2 opera su oltre 6.100 km di corsi d'acqua, il doppio rispetto al periodo pre-riforma che erano 3.500.

CONTRIBUTO DI BONIFICA. E’ il contributo che per legge sono tenuti a versare al Consorzio i proprietari di immobili che insistono nel perimetro di competenza. E’ calcolato applicando indici standardizzati stabiliti dalla Regione Toscana e per il 67% dei consorziati  del CB2 si colloca sotto la soglia dei 30 euro/anno. La richiesta di contributo viene emessa solo quando, sommando le annualità o le proprietà, l’importo supera il valore di 10,33 euro.

DEPOSITI SOLIDI. Sono i sedimenti che, con l'andare del tempo, complici erosioni e piene, si accumulano nell'alveo dei corsi d'acqua limitandone la portata. Nell’attività di ordinaria manutenzione vengono movimentati  se la loro presenza limita il regolare deflusso. Nel 2019 il CB2 ha sottoposto a questo trattamento 80 km di aste fluviali.

ELEZIONI CONSORTILI. Si sono svolte nell'aprile 2019, in contemporanea in tutta la Toscana, e  hanno portato al rinnovo degli organi dei sei Consorzi che rimarranno in carica fino al 2024. Con il voto, i proprietari degli immobili che ricadono nel perimetro del CB2 hanno scelto i 12 membri elettivi. L'iter si è concluso con l’elezione di Serena Stefani presidente, Leonardo Belperio vice presidente, Ginetta Menchetti terzo componente ufficio di presidenza.

FACEBOOK. Nel 2019 il CB2 ha sperimentato anche i social media per accorciare le distanze con i consorziati.  Attraverso la pagina istituzionale il Consorzio fornisce agli utenti notizie sull’attività svolta, sui lavori in corso, sulle iniziative promosse, sui programmi che intende attivare, sulle opportunità di collaborazione e partnership che offre al territorio. Nel giro di pochi mesi, la pagina ha saputo conquistare oltre 1.150 like e vanta un’ottima interazione con gli utenti social.

GRADIMENTO. Gli interventi di manutenzione realizzati dal CB2 si sono rivelati preziosi per prevenire o mitigare gli effetti delle gravi e straordinarie ondate di maltempo che, nel 2019, hanno investito il comprensorio. L’impegno e la strategia adottati dal Consorzio, sono stati apprezzati da cittadini e amministratori. Molti di questi hanno inviato ringraziamenti privati e pubblici per il tempismo e l’impegno messo in campo da operai e tecnici dell’ente.

HABITAT. La difesa di quello fluviale è uno degli obiettivi dei Consorzio che, nel 2019, si è impegnato a fondo per raggiungerlo. Lo dimostra la scelta di azioni volte a coniugare la riduzione del rischio idraulico con la tutela della biodiversità che popola il sistema fluviale. Un esempio? Il trasloco dei pesci prima di ogni intervento meccanizzato in alveo, come è accaduto sul Dogana a Montevarchi.

IRRIGAZIONE. Una delle mission del Consorzio è assicurare acqua alle aziende agricole. Il CB2 lo fa distribuendo la risorsa proveniente dalla diga di Montedoglio attraverso reti gestite dall’ente:  circa 156 km di tubi e condotte che servono 160  utenze e un’area di 3.500 ha. Nel 2019 hanno portato a destinazione circa 1.600.000 mc di risorsa di qualità.  Nel corso dell’anno, inoltre, il CB2 ha progettato ampliamenti e potenziamenti che puntano al completamento del sistema con la realizzazione del distretto irriguo n. 8 e n. 23.

LINEA DIRETTA CON I CONSORZIATI. Il 2019 è stato l’anno in cui il CB2 ha intensificato i rapporti con le amministrazioni locali e i cittadini per raccogliere indicazioni e suggerimenti sulle azioni da mettere in campo per la difesa idraulica del territorio. 54 incontri con altrettanti sindaci e amministratori hanno permesso di “confezionare” un programma operativo aderente ai bisogni delle sei aree che compongono il territorio consortile. Utile, per un confronto costante e costruttivo, anche il Contratto di Fiume, strumento attualmente operativo sul Canale Maestro della Chiana, che il CB2 intende estendere anche su altri corsi d’acqua.

MANUTENZIONI. E’ il complesso di interventi realizzato dal CB2 sul reticolo di gestione per la prevenzione del dissesto idrogeologico. Gli interventi programmati sono elencati nel piano delle attività di bonifica, strumento operativo elaborato dal Consorzio e approvato dalla Regione Toscana. La manutenzione ordinaria   nel 2019 ha interessato diversi tratti di molti corsi d’acqua. Complessivamente sono stati sottoposti a sfalcio 900 Km di aste fluviali, a tagli selettivi 1.100 Km, a movimentazione dei sedimenti 80 km. Sono inoltre stati effettuati interventi puntuali per risolvere criticità improvvise per oltre 350.000 euro.

NOVITA’ Tante…. Il 2019 è stato l’anno dei cambiamenti. Nuova governance, nuovo direttore generale (pur se riconfermato!), nuova organizzazione dei rapporti con cittadini, pubbliche amministrazioni e associazioni. Il risultato è uno straordinario dinamismo che ha permesso al CB2 di rispettare il cronoprogramma dei lavori e di stringere rapporti utili a migliorare ancora la programmazione degli interventi sul fronte della difesa del suolo e dell’irrigazione.
OPERE.
Sono le opere realizzate dall'uomo per la regolazione dei corsi d'acqua. Il CB2 ne presidia tante: 4.462 opere lineari e 4.085 opere puntuali. In progettazione per il 2020 ci sono interventi finanziati su opere per oltre 1.562.200 euro.

PLASTIC FREE. Il CB2 ha aderito al manifesto Toscana pulita promosso dalla Regione Toscana. Nel 2019 ha avviato con le associazioni un percorso di collaborazione partecipata che ha permesso di realizzare alcuni interventi di raccolta delle plastiche e dei rifiuti abbandonati lungo fiumi e torrenti. Particolare successo ha avuto l’iniziativa realizzata sull’Arno  a Pratovecchio Stia che ha visto la partecipazione di decine di volontari, tantissimi ragazzi delle scuole e numerosi sponsor, tanto da essere documentata dalla TGR Toscana.

QUARTO ATTO INTEGRATIVO. Più noto come piano tagli è il progetto di manutenzione straordinaria della vegetazione presente nei corsi d'acqua principali. Realizzato con risorse prevalentemente regionali ha  permesso al Consorzio di far decollare 6 cantieri sull’Arno e 1 sul Tevere. Ad essi sono complessivamente affidati lavori per oltre 2.000.000 di euro, finalizzati al controllo selettivo della vegetazione e alla movimentazione dei sedimenti presenti in alveo.

REFERENTI UIO. Il comprensorio del CB2 è composto da 6 UIO ovvero unità idrografiche omogenee: Arezzo, Valdichiana, Valdarno, Casentino, Valtiberina  e Marecchia-Foglia. Ognuna di queste aree, dal 2019, è dotata di un referente: un componente dell’Assemblea consortile, residente in uno dei comuni della UIO, a cui il Presidente ha affidato il compito di  trait-d’union tra le esigenze dei consorziati e l’ente.

SCUOLE. Il progetto AMICO CB2, ideato dal consorzio in collaborazione con l'associazione Eta Beta onlus e calibrato sulle necessità didattiche degli alunni di ogni età, si è consolidato e nel 2019 ha ottenuto il patrocinio della direzione scolastica regionale.

TERRITORIO. E’ centrale nell'azione svolta dal CB2 che lo difende dal rischio idraulico, lo valorizza e lo rende più bello, fruibile e ricco. Il Consorzio per la manutenzione dei suoi corsi d’acqua  investe le risorse dei consorziati, coinvolgendo le imprese del territorio. Nel 2019, sono state 65 le aziende agricole che hanno collaborato alla realizzazione degli interventi di manutenzione ordinaria.

UNIVERSITA’. Il CB2 si avvale della collaborazione di docenti universitari per lo studio di interventi di ingegneria naturalistica innovativi e di soluzioni ecocompatibili per la cura dei corsi d’acqua. Tra le esperienze più positive, l’operazione portata a termine per regolare le acque del Gardone, che si è rivelata anche un utile sistema “salva trote”.

VIGILANZA. E’ l'attività di monitoraggio del reticolo in gestione. Il CB2 con i suoi tecnici e operai tiene sotto controllo tutto il sistema idraulico di competenza lungo oltre 6.100 km.  Nel 2019 in questa attività, fondamentale per la prevenzione e per la programmazione degli interventi da inserire nel piano delle attività, sono stati investiti oltre 150.000 euro.

ZERO-FILTRI. Dal 2019 il rapporto CB2-consorziati si è rafforzato, attraverso l’apertura di sportelli (molto utilizzato l’ultimo nato, quello ospite dell’urp di San Giovanni Valdarno) che facilitano i rapporti con il territorio e attraverso un numero verde per la raccolta di segnalazioni, quesiti e problematiche che vengono prese in carico dall’ente e poi trasmesse agli uffici competenti. Dal 2020 sarà attivo anche un indirizzo mail dedicato.

 

 

 

I lavori

Valdarno Casentino Valtiberina e Marecchia Foglia Arezzo Valdichiana

CIVISCHIANA

Previsioni Meteo

ANBI

ANBI Toscana

Consorzio 2 Alto Valdarno via E. Rossi 2/L - Arezzo (AR) 52100 - CF. 02177170517 - Telefono: +39 0575 190 02 - Fax: +39 190 02 99
Email: consorzio2altovaldarno@cbaltovaldarno.it - Web: http://www.cbaltovaldarno.it

Powered by Arezzo Telematica spa