Agricoltura: irrigazione 2.0

11 luglio 2015

Nessuna preoccupazione particolare per gli agricoltori del territorio aretino e senese. Nonostante il grande caldo e il paventato rischio di siccità per le colture, a salvare i raccolti e garantirne la qualità è il Consorzio 2 Alto Valdarno.

Il Consorzio di bonifica ha al momento in gestione 3 distretti attivi (il Distretto 1, zona nord del comune di Arezzo, quello 21 per la zona sud del comune di Arezzo e i comuni di Monte San Savino e Civitella in Val di Chiana e infine il 7 del comune di Castiglion Fiorentino) e inoltre proprio in questi giorni sta definendo con la Provincia di Siena la convenzione per la gestione del nuovo distretto irriguo di Montepulciano, appena collaudato. Grazie al lavoro svolto dal Consorzio sull’invaso di Montedoglio è garantita acqua di qualità a tutti gli agricoltori delle varie vallate.

Irrigazione 2.0. Potrebbe essere definita così quella messa in atto dal Consorzio 2 Alto Valdarno. Per la conduzione di questi distretti irrigui ha messo in piedi un importante sistema gestionale che in alcuni casi fa riferimento alla tecnologia. In tutto sono 374 gli ettari irrigati grazie alla gestione delle risorse idriche del Consorzio che rendono possibile un’agricoltura di qualità e soprattutto sostenibile in un territorio dove questo settore è fondamentale, soprattutto per ortofrutticole e seminativi irrigui.

L’innovazione. Una novità importante attiva dalla campagna di irrigazione del 2015 è che rispetto agli anni passati nel Distretto 7, aperto per la prima volta quest’anno, e nel Distretto 21 limitatamente all’alimentazione principale, sono attivi sistemi di telecontrollo che consentono di monitorare da remoto (quindi smartphone, tablet e pc) il funzionamento della rete e i vari prelievi irrigui, nonché di comandare a distanza le valvole sezionatrici delle condotte principali. Tutto questo è possibile grazie a una serie di centraline sparse nei campi che rilevano umidità, temperatura esterna e della terra e altri dati utili a capire quanta necessità reale di acqua abbia quella data coltura in quel dato terreno in quella data situazione. I tecnici del Consorzio così sono in grado di limitare o aprire l’accesso all’irrigazione all’agricoltore che ne necessiti.

Uno dei primi consorzi in Italia.  Con questo tipo di intervento si vuole rispondere a un concetto di agricoltura moderna che anche in Valdichiana è possibile e che può anzi dare occupazioni e creare eccellenze agroalimentari in grado di sostenere l’ambiente e il territorio.

I lavori

Valdarno Casentino Valtiberina e Marecchia Foglia Arezzo Valdichiana

CIVISCHIANA

Previsioni Meteo

ANBI

ANBI Toscana

Italia sicura

Consorzio 2 Alto Valdarno via E. Rossi 2/L - Arezzo (AR) 52100 - CF. 02177170517 - Telefono: +39 0575 190 02 - Fax: +39 190 02 99
Email: consorzio2altovaldarno@cbaltovaldarno.it - Web: http://www.cbaltovaldarno.it

Powered by Arezzo Telematica spa