ENTITA' DEL TRIBUTO

Criterio generale

Il contributo viene richiesto annualmente a ogni consorziato secondo l’entità del "beneficio" che il suo immobile riceve dall’attività del Consorzio, così come prevede la legge. In sintesi per individuare il beneficio e il contributo da applicare si procede come segue.

Il Consorzio applica il Piano di Classifica che definisce gli indici tecnici di beneficio per ogni sistema idraulico e/o centro di costo all’interno del Perimetro di Contribuenza. Ogni anno, il Consorzio redige il bilancio di previsione delle spese da sostenersi nel corso dell’anno successivo e individua quindi, in funzione delle necessità tecnico-programmatiche, le entrate per fare fronte a tali spese, ovvero la quota complessiva dei contributi consortili a carico dei consorziati.

Si procede al Piano di Riparto annuale delle spese sostenute dal Consorzio per la suddivisione dei costi fra tutti i proprietari di immobili e terreni, secondo il beneficio da calcolarsi sulla base dei seguenti riferimenti: 

  • l’indice tecnico (variabile da zona a zona)
  • l'indice economico
  • Indice di gestione specifico

aliquote di riparto (distinte tra agricola ed extragricola e per UIO).

Metodo di calcolo del contributo di bonifica

Prima di tutto occorre precisare che il contributo di bonifica viene calcolato sugli immobili che rientrano nel Perimetro di Contribuenza che individua, nell'ambito del comprensorio, le proprietà immobiliari che ricevono benefici dall'attività di bonifica.

Alla base del calcolo ci sono le caratteristiche catastali degli immobili stessi per come riscontrate all'Agenzia delle Entrate-Territorio; reddito dominicale per i terreni, categoria catastale e rendita catastale per i fabbricati. Per tutti gli immobili la quantificazione finale del tributo è definita con l'applicazione di un'aliquota di riparto che si differenzia anche per la Unità Idrografica Omogenea su cui il bene immobile ricade. 

Il metodo di calcolo che riportiamo di seguito è in vigore dal 2016 in applicazione del Piano di Classifica approvato dalla Regione Toscana con Delibera di Giunta n.1237 del 05/12/2016. Nelle annualità precedenti il contributo di bonifica veniva invece calcolato secondo i piani di classifica specifici degli ex comprensori di bonifica (n.31 val di chiana aretina, n.32 val di chiana senese, n. 23 valdarno, n. 24 casentino, n. 25 valtiberina, n. 26 marecchia e n. 27 alto foglia)

FORMULA PER IL CALCO DEL TRIBUTO:

indice tecnico * indice economico * indice di gestione specifico * aliquota di contribuenza. 

tutti questi dati sono riportati nel partitario allegato all'avviso di pagamento per ciascuno dei beni immobili intestati al consorziato.

vediamo di seguito due esempi concreti, uno per TERRENI e uno per FABBRICATI relativi all’annualità 2019:

  • FABBRICATO di CATEGORIA CATASTALE A/2, RENDITA 451,90, RICADENTE NELLA UIO B (AREZZO),

    INDICE TECNICO: 0,76690; INDICE ECONOMICO: 60735,36; INDICE DI GESTIONE SPECIFICO: 1; ALIQUOTA: 0,0002584948

    quindi

    0,76690 * 60735,36 * 1 * 0,0002584948 = 12,04 € tributo 2019

  • TERRENO, QUALITA' CATASTALE ULIVETO, REDDITO DOMINICALE 6,29, RICADENTE NELLA UIO D (VALDICHIANA),

    INDICE TECNICO: 0,69700; INDICE ECONOMICO: 864,88; INDICE DI GESTIONE SPECIFICO: 1; ALIQUOTA: 0,0012762470

    quindi

    0,69700 * 864,88 * 1 * 0,0012762470 = 0,77 € tributo 2019

L'importo complessivo dovuto dal consorziato, ovvero quello riportato nella prima pagina dell'avviso di pagamento, altro non è che la semplice sommatoria dei tributi calcolati come sopra e relativi a tutti gli immobili intestati ad ogni utente.

L'indice di gestione specifico è un indice che può essere introdotto dal Consorzio per tenere conto di situazioni a valenza eccezionale o transitoria che possono verificarsi in alcune aree/bacini e che influiscono sul beneficio goduto dagli immobili in senso riduttivo.  Il suo valore è pari ad 1 in condizioni ordinarie, può assumere valori sino a 0 (esenzione dal pagamento del tributo consortile).  

L'aliquota è determinata dal piano di riparto e varia ogni anno; è lo strumento che e permette di ripartire i costi complessivi dell'attività del Consorzio nonché le spese di funzionamento dell'Ente.  Le aliquote applicate per il 2019 sono definite con Determina del Direttore Generale "Esecutività ruoli per la riscossione della contribuzione relativa esercizio dell'anno 2019" e sono distinte per ciascuna delle sei UIO in cui è suddiviso il territorio nonché per Terreni e Fabbricati.      

 

ALIQUOTE 2019

 

 

 

UIO

terreni

fabbricati

 

A

Casentino

0,0051272741

0,0007926076

 

B

Arezzo

0,0015913229

0,0002584948

 

C

Valdarno

0,0025312014

0,0003213262

 

D

Valdichiana

0,0012762470

0,0003198738

 

E

Valtiberina

0,0031012704

0,0005520843

 

F

Marecchia Foglia

0,0037957302

0,0007427705

 

Per i fabbricati soggetti al pagamento del servizio di fognatura e depurazione (art. 155 D.Lgs 152/2006), al tributo calcolato viene applicata una detrazione, definita detrazione AIT (Autorità Idrica Toscana), per la quota parte riconducibile ai servizi di raccolta, collettamento, scolo e allontanamento delle acque reflue. Tale detrazione è sempre ben indicata nel partitario allegato all'avviso di pagamento.

Per un approfondimento più specifico si informa sinteticamente che l'indice tecnico è costituito da quattro indici primari, caratteristici dei territori compresi nel perimetro di contribuenza e sono: l'indice d'intensità delle opere (Ii), l'indice di fragilità idraulica (If), l'indice di fragilità geomorfologica (Ig) e l'indice di comportamento di deflusso (Id). I dettagli a riguardo sono disponibili consultando il piano di classifica pubblicato su questo sito.

Le formule per la definizione dell'indice economico sono le seguenti:

Per i terreni: RD * Cr agr * Cute * Cp

Per i Fabbricati: RC * Cr ext * Cute * Cp

legenda: 

 

per i terreni: 

RD =  REDDITO DOMINICALE, 

Cr agr = COEFFICENTE DI RIVALUTAZIONE (corrispondente la 25% del reddito), 

Cute = COEFFICENTE MOLTIPLICATORE (pari a 110), 

Cp = COEFFICENTE DI PEREQUAZIONE (pari a 1);

 

per i fabbricati: 

RC =  RENDITA CATASTALE, 

Cr ext = COEFFICENTE DI RIVALUTAZIONE (corrispondente al 5% del reddito), 

Cute = COEFFICENTE MOLTIPLICATORE (da 55 a 160 a seconda della categoria), 

Cp = COEFFICENTE DI PEREQUAZIONE (da 0,5 a 1,8 a seconda della categoria catastale); 

 

La formula si differenzia per gli immobili non ordinari, come ad esempio le infrastrutture superficiali (strade, autostrade e ferrovie) e degli immobili inventariati al catasto terreni senza attribuzione di rendita, che traggono comunque beneficio diretto e specifico dall'attività di bonifica e quindi inclusi nel Perimetro di Contribuenza:  

Indice economico = RDconv * Cute * Cr agr * Sup * Cp 

legenda: 

RDconv = RENDITA CONVENZIONALE, 

Cute = COEFFICENTE MOLTIPLICATORE (pari a 75), 

Cr agr = COEFFICENTE DI RIVALUTAZIONE (corrispondente la 25% del reddito), 

Sup = SUPERFICIE CALCOLATA,  

Cp = COEFFICENTE DI PEREQUAZIONE (pari a 1 per le strade pubbliche e di uso pubblico non a pedaggio, pari a 5 per le strade a pedaggio, pari a 3 per le ferrovie, pari a 5-8 per immobili al catasto terreni nei quali si esercita un'attività industriale, estrattiva, commerciale ecc.); 

I lavori

Valdarno Casentino Valtiberina e Marecchia Foglia Arezzo Valdichiana

CIVISCHIANA

Previsioni Meteo

ANBI

ANBI Toscana

Consorzio 2 Alto Valdarno via E. Rossi 2/L - Arezzo (AR) 52100 - CF. 02177170517 - Telefono: +39 0575 190 02 - Fax: +39 190 02 99
Email: consorzio2altovaldarno@cbaltovaldarno.it - Web: http://www.cbaltovaldarno.it

Powered by Arezzo Telematica spa