Distretti Irrigui

Attualmente il Consorzio 2 Alto Valdarno gestisce tramite Convenzione stipulata nel giugno 2016 con la Regione Toscana 4 Distretti appartenenti al Sistema irriguo occidentale del Comprensorio di Montedoglio, alimentati tramite condotte in pressione dall’invaso di Montedoglio attraverso una rete di adduzione ed un sistema di bacini di accumulo gestiti dall’Ente Acque Umbre Toscane (EAUT).

Quadro sintetico opere irrigue gestite dal Consorzio 2 Alto Valdarno

Distretto 1
Ubicato nella zona nord del comune di Arezzo e serve le seguenti località e frazioni: Chiassa, Vico, Tregozzano, Campoluci, Petrognano e Quarata. In esercizio dal 1998 con una superficie attrezzata di 800 ha. Tipo di colture prevalenti: mais e ortive. Il distretto, alimentato dalla vasca di compenso n° 1 sita in loc. Antecchia, è suddiviso in otto comizi e dotato di n. 886 punti di consegna (DN 80/100).
Il Distretto è dotato di un sistema di telecontrollo in 5 nodi principali della rete che consente di effettuare manovre da remoto sulle valvole principali e monitorare i principali parametri idraulici (pressione, portata), nonché di intervenire tempestivamente in caso di guasti o malfunzionamenti.

Distretto 21 
Ubicato nella parte nord della Valdichiana tra i comuni di Arezzo, Civitella in Val di Chiana e Monte San Savino e serve le seguenti località e frazioni: Mugliano, Pieve al Toppo, Badia al Pino, Tuori, Tegoleto e Vado.
In esercizio dal 2012 la zona Est (1000 ha) e dal 2018 l’intero distretto, con una superficie attrezzata totale di 1600 ha. Coltura prevalente: frutteti.
L'area da irrigare è stata suddivisa in unità irrigue con superficie media è variabile tra i 10 e i 20 ha. Per ciascuna unità irrigua è presente un gruppo di consegna da cui partono le distribuzioni verso le teste d'idrante. Ciascun idrante è collocato in modo tale da servire più proprietari (ad es. sono poste al confine tra tre particelle). Nel gruppo di consegna ci sono limitatori di portata e contatori. E’ presente il sistema di telecontrollo su 9 nodi principali della rete.

Distretto 7 
Ubicato nel comune di Castiglion Fiorentino tra le località Pozzo Nuovo e Manciano. In esercizio dal 2015 con una superficie attrezzata di 350 ha. Colture prevalenti: piante ortive.
Il Distretto è alimentato dalla vasca di compenso n° 9 sita in loc. Montecchio. E’stato realizzato il primo stralcio funzionale, suddiviso in 18 unità irrigue, con superficie media variabile tra i 10 e i 25 ha. Ogni unità irrigua è dotata di un gruppo di consegna da cui partono le distribuzioni verso le teste d'idrante. Nella rete sono presenti 5 nodi principali dotati di sistema di telecontrollo che consente di effettuare manovre da remoto sulle valvole principali e monitorare i principali parametri idraulici (pressione, portata).

Distretto 42-43
Ubicato nel comune di Montepulciano in Provincia di Siena e serve le seguenti località e frazioni: piana di Valiano, Acquaviva, e Montepulciano stazione. Collaudato nel 2015 ed in esercizio dal 2016 con una superficie attrezzata di 800 ha. Coltura prevalente: mais.
Il Distretto è alimentato dalla vasca di compenso n°42-43 sita in loc. Valiano. Nel distretto sono presenti 75 unità irrigue dotate di gruppi di consegna DN200 (40 l/s), DN150 (20l/s) e DN100 (8l/s). E’ presente il sistema di telecontrollo su 7 nodi principali della rete.

I lavori

Valdarno Casentino Valtiberina e Marecchia Foglia Arezzo Valdichiana

CIVISCHIANA

Previsioni Meteo

ANBI

ANBI Toscana

Italia sicura

Consorzio 2 Alto Valdarno via E. Rossi 2/L - Arezzo (AR) 52100 - CF. 02177170517 - Telefono: +39 0575 190 02 - Fax: +39 190 02 99
Email: consorzio2altovaldarno@cbaltovaldarno.it - Web: http://www.cbaltovaldarno.it

Powered by Arezzo Telematica spa