Cosa fare in caso di errori nell’avviso/cartella di pagamento?

I dati personali e dei beni immobili soggetti a pagamento sono quelli che risultano all’Agenzia del Territorio. In caso di errori è possibile richiedere la temporanea sospensione dal pagamento per l’anno in corso: a tal fine deve essere recapitata al Consorzio una copia con timbro di ricevimento dell’istanza di rettifica rilasciata dall’Agenzia del Territorio. In ogni si consiglia comunque di contattare l’Ufficio Servizi al Pubblico – Catasto Consortile del Consorzio. I dati utilizzati per il calcolo del tributo sono prelevati ogni anno dall’agenzia del territorio del ministero delle finanze. Il contribuente potrà verificare i dati relativi agli immobili (terreni e fabbricati) sotto descritti e se fossero riscontrate eventuali discordanze, derivanti da vendite, successioni, divisioni, donazioni, permute ed altro, potranno essere comunicate con le modalità previste dal consorzio:

1)      Nel caso in cui il proprietario sia in possesso dell’originale o copia dell’atto notarile (compravendita, donazione, denuncia di successione ed altro) occorre che lo stesso sia presentato presso uno sportello, secondo gli orari di seguito riportati, in copia semplice. Il materiale richiesto può essere consegnato di persona o tramite terzi allegando copia del documento di identità, oppure per posta o via fax inviandolo all’indirizzo o numero del Consorzio di Bonifica sotto riportato.

2)      Nel caso in cui il proprietario non sia in possesso dell’originale o copia dell’atto notarile, in luogo degli stessi può essere presentata la dichiarazione sostitutiva di atto notorio, sempre con modalità di consegna di cui sopra.

3)      Nel caso in cui il proprietario sia in possesso di un immobile strumentale all'attivita' agricola ai sensi di legge per il riallineamento della categoria catastale ed il relativo sgravio, si richiede la consegna della visura catastale aggiornata dell'immobile in questione

La riscossione ordinaria dei contributi di bonifica iscritti a ruolo, eseguita mediante cartella notificata formalmente, viene fatta precedere da una fase di riscossione volontaria realizzata mediante avvisi di pagamento. Ciò consente al contribuente di evitare il pagamento dei diritti di notifica, altrimenti dovuti all’Agente della Riscossione, ed ottenere più facilmente rettifiche e discarichi delle eventuali quote contributive che dovessero presentare anomalie di intestazione o di importo. Il pagamento dell’importo complessivo richiesto con il presente avviso può essere effettuato, senza nessun aggravio. Per la riscossione degli importi eventualmente non ancora assolti verrà successivamente inviata una cartella esattoriale, senza nessun aggravio ma con oneri di notifica a carico del destinatario. Il contribuente può fare ricorso avverso al presente avviso entro termini di legge dal ricevimento dello stesso dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Arezzo.

Si definisce inoltre che sussiste la possibilità per i consorziati con avviso uguale o superiore a € 500,00 e fino a € 2.000,00 di rateizzare in due rate di uguale importo con scadenze al 31/10/2014 ed al 30/12/2014. Oltre € 2.000,00 è possibile rateizzare il contributo in tre rate di uguale importo con scadenze entro il 31/10/2014, il 30/11/2014 ed entro il 31/12/2014, avendo cura di inserire nella come causale di pagamento il numero dell’ avviso o il codice fiscale/partita iva dell’intestatario.

 

I lavori

Valdarno Casentino Valtiberina e Marecchia Foglia Arezzo Valdichiana

Terra@Acqua

Galleria Immagini

Previsioni Meteo

ANBI

ANBI Toscana

Italia sicura

CIVISCHIANA

Consorzio 2 Alto Valdarno via E. Rossi 2/L - Arezzo (AR) 52100 - CF. 02177170517 - Telefono: +39 0575 190 02 - Fax: +39 190 02 99
Email: consorzio2altovaldarno@cbaltovaldarno.it - Web: http://www.cbaltovaldarno.it

Powered by Arezzo Telematica spa